Risparmio gestito VS ETF VS Trading Online: qual è meglio?

Negli ultimi anni il modo di gestire i propri risparmi sta radicalmente cambiando.

Innanzitutto perché ci sono strumenti finanziari totalmente nuovi e innovativi che i singoli risparmiatori possono usare. Che non erano disponibili in passato.

Vediamo dunque le 3 opzioni madre per gli investitori e i trader.

1) Affidarsi al risparmio gestito

Questa rimane sempre l’opzioni più classica. Affidarsi a un fondo comune di investimento per la gestione dei propri soldi.

Ma conviene?

Tantissimi studi hanno dimostrato che quasi sempre i fondi comuni non riescono a battere l’indice di mercato benchmark nel corso di una serie di anni. Ciò fa capire perché l’industria del mercato gestito è in crisi, e dovrebbe rifondarsi. Opinioni condivisa da molti addetti ai lavori.

2) ETF

Dunque, perché non investire direttamente nell’indice di benchmark?

Ciò è possibile tramite l’investimento in un ETF. Che è uno strumenti finanziario che replica esattamente l’andamento di un certo indice di mercato. Alla luce del punto, tale strumento risulta molto appetibile. Ed infatti la sua popolarità cresce sempre più.

3) Il Trading Online

Infine, il trading online. Molte persone hanno iniziato a gestire i propri soldi attraverso il trading online su strumenti derivati come i CFD e le opzioni binarie.

Questi strumenti rappresentano senz’altro la modernità. E hanno reso possibile il trading anche ai meno esperti e a chi ha meno capitale da investire.

Va però ricordato che, soprattutto le opzioni binarie, sono strumenti ad altissimo rischio. Dunque è ben studiare e tanto prima di fare trading fai-da-te su questi strumenti. Ed è bene affidarsi solo e soltanto a broker online affidabili.

Continue Reading

Politica fiscale: la formula della domanda aggregata

In questo articolo parliamo della domanda aggregata di un’economia.

In particolare, vedrai ora esposta una famosa formula coniata dagli economisti per spiegare la domanda aggregata.

La formula è:

Y = Consumi + Investimenti  + Spesa Pubblica + Esportazioni

Dove Y è il reddito nazionale lordo di un paese.

Tale reddito, dunque, si forma sommando i consumi dei cittadini in un certo periodo storico; gli investimenti che il paese ricevi nello stesso periodo di tempo; le spese dello stato in servizi, welfare, etc…; e le esportazioni all’estero.

Continue Reading